Seguici sulle nostre

 pagine social!!!

Seguici sulle nostre

 pagine social!!!

Seguici sulle nostre pagine social ! ! !

TM

TM

sfero
giornalismo
glnuovissimo1

GIORNALISMO LIBERO

TM

mewe
gab
gab
mewe

GIORNALISMO LIBERO

IL BLOG

SITEMAP

INFO & CONTATTI

 

info@giornalismolibero.it

collaboraconnoi@giornalismolibero.it

 

redazione@giornalismolibero.it

per il tuo pensiero libero

per il tuo pensiero libero

exit
exit
mewe
gab
exit

TM

Nasce oggi Giornalismo Libero     , che si pone come obiettivo principale, fornire a chi lo desideri la possibilità di pubblicare i propri scritti

sfero

Gli articoli del Blog

SOLO TRISTEZZA

2021-12-24 06:01

Luca Bandini

Aperitivo quotidiano, natale, sfaldamento del tessuto sociale, famiglie spezzate,

SOLO TRISTEZZA

E' quello che provo personalmente sentendo certe notizie e non notizie che provengono dai giornali o dalle televisioni o addirittura dalla rete, ma se

È quello che provo personalmente, sentendo certe notizie e non notizie che provengono dai giornali o dalle televisioni o addirittura dalla rete, o semplicemente notizie che mi sono state raccontate dalle persone reali, quali gli amici o i parenti.

È proprio di queste ultime ore che, parlando del Natale imminente con alcuni amici, al telefono, e chiedendogli cosa avevano in programma di fare, mi sono sentito dare delle risposte che mai nella vita avrei voluto sentire e che, probabilmente, si possono solo vedere in qualche film di parapsicosi collettiva.

Alla domanda di come avrebbero passato il pranzo di Natale e, successivamente, il classico cenone di Capodanno, mi hanno risposto che erano stati invitati dai rispettivi genitori a passare le festività tutti insieme, seduti intorno ad una tavola imbandita.

Cosa c'è di più bello e pieno di calore di una famiglia che si ritrova per passare dei bei momenti insieme a festeggiare le tradizioni in clima Natalizio?

Ma...

Certo poi c'è, come sempre, un “ma”, ed e' una cosa che mi ha colpito peggio di un pugno sferrato alla bocca dello stomaco da un nemico, poiché, in quel caso, dopo il primo dolore, tutto passa e torna come prima, ma, in questo caso, il dolore resterà per sempre e non potrà essere mitigato da alcunché.

I genitori di questi miei amici, convinti, senza se e senza ma, di tutto il vergognoso racconto che ci stanno propinando quotidianamente e, quindi, straconvinti della bontà del siero magico, hanno detto ai rispettivi figli che, se avessero voluto andare a pranzo a casa loro, avrebbero dovuto sottoporsi al tampone per garantirgli la loro "negatività" da questo fantomatico virus!!!

Cioè, una famiglia composta da marito, moglie e due figli, in occasione di una festa che dovrebbe racchiudere, nel suo insieme, tutte le prosaiche tradizioni del Santo Natale e che, quindi, dovrebbe essere l'occasione per condividere gli affetti familiari, oltre alla questione prettamente economica relativa alla spesa di ben 60 euro per effettuare i tamponi, si devono accollare pure lo schiaffo morale di essere presi per potenziali untori verso i propri genitori!

Una cosa che, se non me l'avessero detta personalmente, mai avrei voluto crederci, e che mi fa veramente male nel profondo, in quanto significa che il danno provocato da una manica di delinquenti matricolati, ai quali non interessa minimamente il bene della collettività, come al contrario vogliono farci credere, e' di tale portata che ci vorranno decenni per poterli riparare, e solo parzialmente.

Infatti, come sempre faccio, ho provato a mettermi nei panni di questi miei amici e cercare di capire come mi sarei comportato io al loro posto, e sono arrivato ad una ben triste conclusione.

Sebbene io non abbia più, purtroppo, la fortuna di avere la rassicurante presenza dei miei genitori, nella lontana ipotesi che una cosa simile si fosse verificata nella mia famiglia, mio malgrado, e per mantenere fede ai miei principi, ne avrei preso coscienza e, con molta probabilità, avrei reciso nettamente tutti i rapporti con i miei affetti più cari.

Perché questa è una cosa talmente immensa che non ci sono parole adatte per poterla descrivere e, anche dovesse trattarsi di solo alcuni casi sporadici ed eccezionali, sempre sarebbe né condivisibile né accettabile o giustificabile.

Purtroppo, e nonostante io credessi il contrario, dopo una rapida indagine fra altri miei amici, mi sono reso conto che il fenomeno e molto più diffuso di quanto credessi in un primo momento, e i casi simili sono molto più numerosi di quanto la ragione ci farebbe supporre, e questo vuol dire solo una cosa, e cioè che il tessuto sociale di questa nostra "attuale umanità" e' stato irrimediabilmente lacerato.

Come recita anche la nostra costituzione, la famiglia è alla base della solidità di una società, e se questo fondamentale collante si sfalda e viene a mancare, di conseguenza l'intera coesione sociale va a farsi friggere e, fatalmente, ci trasformeremo in un ammasso di automi senza più anima ne' più cervello.

Questo, del resto, volevano, e questo stanno ottenendo.

 

 

108117327-simbolo-del-cuore-spezzato-monocromatico-con-stile-di-disegno-a-penna-e-inchiostro-su-sfondo-pop-art.webp

Per il tuo spazio pubblicitario sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email:


 

Contenitore dove chiunque potrà pubblicare i propri articoli di cultura, storia, politica, società ed altro al fine di combattere lo strapotere della stampa mainstream.
 

www.giornalismolibero.it    All Right Reserved 2016-2021

 

by Luca Bandini

 

Sede Legale: Località Il Casalone - Lano 37 - 53034 Colle di Val d’Elsa (SI)


P. Iva: 01540210521

Cookie Policy | Privacy Policy

 


Sito web realizzato da homo vivo giuseppe rago: +39 366 539 9177 - PEC: giusepperago@casellapec.com - Email: beppe212@tutanota.com

info@giornalismolibero.it

clicca qui per un preventivo aggiornato

Supporta, con poco, un progetto nascente, indipendente e ambizioso ma, soprattutto, a disposizione del popolo!

donazioni

Supporta, con poco, un progetto nascente, indipendente e ambizioso ma,

soprattutto, a disposizione del popolo!

Donazioni 2
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder